Firenze Vintage Bit 2022

2' di lettura 25/11/2022 - L'evento di riferimento per i collezionisti di retro-computer e gli appassionati di archeologia informatica. C64 vs SPECTRUM: 40 ANNI DI RIVALITA'. Domenica 27

In Italia, il 1982 è ricordato per la vittoria del Campionato Mondiale di Calcio disputato in Spagna. Per gli appassionati di computer di tutto il Mondo, è l'anno in cui Jack Tramiel e Clive Sinclair (due geniali e visionari imprenditori) presentarono rispettivamente il Commodore 64 e lo ZX Spectrum. Entrambi ebbero subito un grande successo di pubblico. Senza spendere eccessivamente, era possibile avere in casa un computer con colori ed effetti sonori per fare esperimenti di programmazione con il linguaggio BASIC e, soprattutto, per giocare grazie a una sterminata quantità di giochi messi in circolazione. Inoltre erano disponibili periferiche come stampanti e memorie di massa (nastri o floppy disk) al fine di utilizzare alcune rudimentali applicazioni professionali e giustificare maggiormente l'acquisto per un'intera famiglia. Pur avendo in comune la stessa filosofia, un computer per le masse, le due macchine erano assai diverse per aspetto estetico e architettura circuitale. Lo ZX Spectrum era piccolo e nero con una tastiera multifunzione "gommosa" mentre il C64 era bianco o beige e sembrava un "biscottone" (o un "portapane" = breadbin, il soprannome usato all'estero ancora oggi). Lo ZX Spectrum aveva un micro-processore Zilog Z80 mentre il C64 montava un MOS Technology 6502. Gli effetti sonori e grafici dello ZX Spectrum erano inferiori a quelli del C64, ma erano accessibili senza difficoltà grazie a un interprete BASIC più ricco di comandi e funzioni. Sul C64 erano installati chip dedicati che fornivano effetti sonori sofisticati e gli "sprite" per le figure in movimento, ma era necessario "smanettare" un po' con il comando POKE e la funzione PEEK del BASIC. Ben presto si creò un dualismo (alimentato dalle riviste specializzate) tra "Sinclairisti" e "Commodoriani", ovvero gli entusiasti possessori dell'uno o dell'altro modello, portati a magnificare i pregi e ad aggirare i difetti con trucchi di programmazione e qualche dispositivo da aggiungere esternamente al computer. Quest'anno ricorre il 40-esimo anniversario del C64 e dello ZX Spectrum e il Firenze Vintage Bit 2022 diventa l'arena ideale per rinnovare l'eterno duello tra "Sinclairisti" e "Commodoriani". Chi vincerà? La risposta è facile: tutti coloro che vi parteciperanno per vivere insieme una giornata di divertimento, condividendo le proprie esperienze e provando i computer che hanno segnato un periodo mitico e forse irripetibile.

Scritto da Alberto Apostolo
Fonte
Il Team di FVB

Progetto grafico della locandina a cura di Walter Pugi.
© 2022 Associazione Firenze Vintage Bit Onlus - Tutti i diritti riservati.








Questo è un articolo pubblicato il 25-11-2022 alle 09:04 sul giornale del 25 novembre 2022 - 38 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Giuseppe Faienza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dEQY

Leggi gli altri articoli della rubrica Accadde Oggi





logoEV
qrcode